lunedì 18 luglio 2016

Bucatini con sugo di seppie alla pugliese

Questa è una ricetta tipica  della Puglia. Il formato di pasta originale sono i “troccoli” che do sostituito con i bucatini.

I troccoli della Daunia sono una pasta tipica del foggiano, simile agli spaghetti alla chitarra, che deve il suo nome allo speciale mattarello scannellato, munito di lame circolari chiamato “troccolaturo” e la Daunia era l’antica denominazione del territorio della provincia di Foggia.


LE IMMAGINI E I TESTI PUBBLICATI IN QUESTO SITO SONO DI PROPRIETA’ DELL’AUTORE E SONO PROTETTI DALLA LEGGE SUL DIRITTO D’AUTORE N. 633/1941 E SUCCESSIVE MODIFICHE. COPYRIGHT © 2010-2020. TUTTI I DIRITTI RISERVATI A IL POMODORO ROSSO DI MARIA ANTONIETTA GRASSI. VIETATA LA RIPRODUZIONE, ANCHE PARZIALE, DI TESTI O FOTO, SENZA AUTORIZZAZIONE.





Ingredienti per 4 persone:

320 gr bucatini 
500 gr di seppie
500 gr di pomodori maturi
1 bicchiere di vino bianco secco
1 cipolla
Due spicchi d’aglio
Olio extravergine d’oliva q.b.
2 cucchiai di prezzemolo tritato
Sale e pepe q.b.

Procedimento
Pulite le seppie togliendo la tasca interna, e tagliate  a pezzetti il corpo, lasciate interi i tentacoli.
Pelati i pomodori, togliete i semi e tagliateli a dadini.
In una padella capiente versate 4 cucchiai d’olio e scaldate e fate rosolare gli spicchi d’aglio tagliati a metà. Unite le seppie e fatele rosolare per qualche minuto, sfumate con il vino bianco e lasciatelo evaporare a fuoco vivo.
Unite i pomodori, aggiustate di sale (attenzione che le seppie di solito sono già piuttosto salate) e di pepe e fate cuocere per circa 30/40 minuti (dipende dalle dimensioni delle seppie, devono rimanere morbide).




Pochi minuti prima di spegnere il fuoco unite il prezzemolo tritato.
Fate cuocere la pasta in abbondante acqua salata, scolate al dente e fate saltare nel sugo per un paio di minuti.
Spolverizzate ancora con un po’ di prezzemolo e servite subito.
Buon appetito!













Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...