mercoledì 27 luglio 2022

Garganelli con spada e ortaggi

Il pesce spada appartiene alla categoria dei pesci così detti “azzurri”, possiede carni magre delicate, molto pregiate.
E’ ricco di acidi grassi essenziali (Omega3), di vitamine del gruppo B, di retinolo (vitamina A), di sali minerali come  il potassio, il fosforo, il selenio e di proteine ad alto valore biologico.
garganelli sono un prodotto tipico dell’Emilia-Romagna. Si tratta di un formato di pasta all’uovo, ottenuta ripiegando delle piccole losanghe di pasta e ripassandole su di un apposito utensile per realizzare la caratteristica rigatura.
L’unione del pesce con la pasta e gli ortaggi fanno di questo piatto un piatto unico, ricco di sapori e di nutrienti, a tutti gli effetti un “piatto della salute”.



LE IMMAGINI E I TESTI PUBBLICATI IN QUESTO SITO SONO DI PROPRIETA’ DELL’AUTORE E SONO PROTETTI DALLA LEGGE SUL DIRITTO D’AUTORE N. 633/1941 E SUCCESSIVE MODIFICHE. COPYRIGHT © 2010-2050. TUTTI I DIRITTI RISERVATI A IL POMODORO ROSSO DI MARIA ANTONIETTA GRASSI. VIETATA LA RIPRODUZIONE, ANCHE PARZIALE, DI TESTI O FOTO, SENZA AUTORIZZAZIONE.

Ingredienti per 4 persone:

320 g di garganelli

2 fette di pesce spada spesse
2 zucchine scure non troppo grandi
20 pomodorini
1 carota
1 spicchio d’aglio
4 cucchiai d’olio extravergine d’oliva
1 piccolo mazzetto di prezzemolo
1 cucchiaio di capperi
Sale q.b.

Procedimento

Lavate il prezzemolo, sgrondatelo e tritatelo con i capperi.

Lavate i pomodorini e tagliateli a spicchi.
Lavate le zucchine, spuntatele e tagliatele a cubetti.
Pelate la carota, lavatela e tagliatela a striscioline non troppo sottili.
Togliete la pelle al pesce spada e tagliatelo a cubetti.
Scaldate 4 cucchiai d’olio in un ampia casseruola , unite lo spicchio d’aglio e le striscioline di carota. Fate cuocere per cinque minuti.
Aggiungete i cubetti  di zucchine e fate cuocere per altri cinque minuti.
Unite anche i pomodorini e continuate la cottura per altri cinque minuti.
Aggiungete il pescespada ,il trito di prezzemolo e capperi, salate e fate cuocere ancora per tre minuti ( il pesce spada non deve cuocere troppo o diventa stopposo).
Portate ad ebollizione 2 litri due litri di acqua salata e tuffateci i garganelli.
Quando saranno al dente, scolateli e fateli saltare con il condimento per un minuto.
Servite subito.

lunedì 11 luglio 2022

Insalata di mare a modo mio

L’insalata di mare è uno dei piatti più conosciuti ed amati che viene preparata in numerosissime varianti poiché ognuno ha la sua e questa è la mia.
Il segreto nel presentare una bella insalata di mare consiste nel tagliare i molluschi quando sono freddi, diversamente si sfilaccerebbero.
Una volta preparata richiede un riposo in frigorifero di almeno un’ora e l’ideale sarebbe prepararla il giorno prima in modo che si insaporisca bene.
Infine vi consiglio di usare, se possibile, del pesce fresco.




LE IMMAGINI E I TESTI PUBBLICATI IN QUESTO SITO SONO DI PROPRIETA’ DELL’AUTORE E SONO PROTETTI DALLA LEGGE SUL DIRITTO D’AUTORE N. 633/1941 E SUCCESSIVE MODIFICHE. COPYRIGHT © 2010-2050. TUTTI I DIRITTI RISERVATI A IL POMODORO ROSSO DI MARIA ANTONIETTA GRASSI. VIETATA LA RIPRODUZIONE, ANCHE PARZIALE, DI TESTI O FOTO, SENZA AUTORIZZAZIONE.

Ingredienti per 4 persone:

900 g di polpo
500 g di seppie
200 g di cozze
1 cipolla rossa di Tropea
1 mazzetto di prezzemolo
2 spicchi d’aglio
1 cucchiaio di capperi sott’aceto
150 g di olive nere tagliate a rondelle
Qualche foglia di basilico per guarnire
Olio extravergine d’oliva q.b.
Succo di mezzo limone
Aceto di mele o di vino bianco q.b.
Sale fino e pepe bianco q.b.
 
Procedimento

Lavate le cozze, raschiate i gusci ed eliminate il bisso. Mettetele a spurgare per circa un’ora in una ciotola con acqua  fredda  a cui avrete aggiunto un cucchiaio di sale grosso.
Lavate bene il polpo e ponetelo, con uno spicchio d'aglio e il succo di mezzo limone, in una pentola senza aggiungere acqua (cuocerà nei suoi liquidi).
Mettete il coperchio e cuocete per 40 minuti a fuoco bassissimo, ogni tanto muovetelo dolcemente. 
Lasciatelo raffreddare nella sua acqua.
Nel frattempo preparate la salsina per il condimento.
Lavate il prezzemolo, sgrondatelo bene e tritatelo con lo spicchio d’aglio rimasto e i capperi. Ponete il trito in una ciotola e versate un po’ d’olio. Mescolate bene.
Pulite e lavate le seppie.
Portate a ebollizione una pentola d’acqua, immergeteci le seppie e fatele cuocere per dieci minuti.
Scolate le cozze e sciacquatele.
In una casseruola versate due cucchiai d’olio, lo spicchio d’aglio schiacciato e un rametto di prezzemolo tritato, unite le cozze, coperchiate e fate cuocere a fuoco vivace per cinque minuti. Tutte le cozze dovranno aprirsi, non mangiate quelle chiuse ma gettatele.
Togliete il molluschi dai gusci e metteteli in una capiente ciotola.
Scolate il polpo poi togliete la pelle e le ventose, tagliatelo a tocchetti e mettetelo in una ciotola.
Scolate le seppie e tagliatele a listarelle  unitele al polpo.
Pulite la cipolla e tagliatela a rondelle sottili e  mettetela nella ciotola con i molluschi.
Aggiungete le olive,  il succo del mezzo limone rimasto, un po' di aceto bianco, la salsina di prezzemolo, un paio di cucchiai d’olio, aggiustate di sale e di pepe (quest’ultimo è facoltativo)
Mescolate e lasciate riposare almeno un’ora in frigorifero e servite.

sabato 2 luglio 2022

Insalata esotica

L’avocado è l’unico alimento che possiamo classificare come frutta, come grasso e come vegetale. E’ un frutto, ma si utilizza in cucina, soprattutto nei paesi in cui nasce ed è   grasso, infatti  100 gr di prodotto edibile (senza buccia) forniscono circa 230 calorie.
Nessun alimento accomuna queste caratteristiche. Originario dell’America Centrale, l’avocado o “aguate”, come era in origine il suo nome spagnolo, faceva parte dell’alimentazione  degli indigeni Atzechi e Maya.
La principale caratteristica nutrizionale di questo frutto consiste nella sua ricchezza di grassi, specialmente insaturi , come l’acido grasso linoleico ed  Omega-3, grassi “buoni” poiché stimolano la produzione di colesterolo buono (HDL) che aiuta a contrastare quello cattivo (LDL).
Grazie a questa proprietà, il consumo dell’avocado aiuta a diminuire il colesterolo nel sangue e quindi è di ausilio per prevenire l’arteriosclerosi e i disturbi circolatori.
E’ ricco anche di fitonutrienti, di glutatione e luteina, che sono  elementi antiossidanti e di vitamina A e vitamina E ed è altresì ottimo per i diabetici perché possiede la capacità di rallentare l’assorbimento del glucosio a livello intestinale.
Molte sono le ricette che prevedono l’utilizzo di quest’alimento, specialmente quelle messicane.
Quando acquistate l’avocado controllate che la buccia sia di un bel verde scuro, senza ammaccature e, premendo leggermente, deve essere  un po’ morbido. Se è troppo duro, non è ancora maturo.

LE IMMAGINI E I TESTI PUBBLICATI IN QUESTO SITO SONO DI PROPRIETA’ DELL’AUTORE E SONO PROTETTI DALLA LEGGE SUL DIRITTO D’AUTORE N. 633/1941 E SUCCESSIVE MODIFICHE. COPYRIGHT © 2010-2050. TUTTI I DIRITTI RISERVATI A IL POMODORO ROSSO DI MARIA ANTONIETTA GRASSI. VIETATA LA RIPRODUZIONE, ANCHE PARZIALE, DI TESTI O FOTO, SENZA AUTORIZZAZIONE.


 Ingredienti per 4 persone:

2 avocado

400 g di gamberi
1 cipolla di Tropea
15 mandorle
125 g di rucola
Succo di limone q.b.
Olio extravergine d’oliva q.b.
Sale fino q.b.

Procedimento

Sciacquate i gamberi e fateli lessare  in acqua acidulata con un po' di limone per due minuti a partire dal bollore.  Scolateli, eliminate il carapace e, aiutandovi con uno stecchino, togliete anche il filetto nero sul dorso.

Lavate e sgrondate la rucola.
Pulite la cipolla e tagliatela prima a rondelle e poi a cubetti.
Tritate le mandorle.
Preparate un’emulsione (vinaigrette) amalgamando  cinque cucchiai d’olio, sale, e un cucchiaio di succo di limone.
Unite le mandorle tritate e mischiate bene.
Lavate gli avocado, asciugateli poi tagliateli a fette  e bagnatele con un po’ di succo di limone per evitare che anneriscano.
Mettete tutti gli ingredienti in una ciotola  o in piatti individuali, condite con l’emulsione e servite.