giovedì 31 maggio 2018

Crêpes con riso, prosciutto e crema di Gran Kinara


Sono stata invitata, insieme ad altre foobloggers, a partecipare alla stesura di un ricettario edito in occasione della ventesima edizione dell’evento Sentieri dei Sapori dedicato quest’anno al riso in abbinamento a vari ingredienti. Il ricettario “ Cento sfumature di riso” sarà presentato al Carrefour Market di Chieri (TO) giovedì 7 giugno. L’evento durerà dalle ore 10 alle ore 21 e comprenderà tour enogastronomico con degustazioni regionali e animazione musicale no stop a cura di Radio Number One, laboratorio didattico per bambini, Talk-food “cento sfumature di riso” con Università dei sapori di Perugia, Regione Piemonte e Comune di Chieri. Presentazione del libro “Il Riso Italiano- dalla Risaia al piatto”, Risottata gratuita.
In questa ricetta trovate in abbinamento al riso Carnaroli del Piemonte linea Terre d’Italia Carrefour il formaggio “Gran Kinara”.
Dopo anni di studi e di prove, il “Gran Kinara” è apparso sul mercato due anni fa come il primo formaggio al mondo, con vero caglio vegetale, stagionato oltre 12 mesi e, per questo motivo viene definito sia “da tavola” che da “grattugia”. Prodotto con il metodo Kinara è un’esclusiva delle Fattorie Fiandino di Villafalletto (Cn) che hanno riscoperto e perfezionato questa antica tecnica di lavorazione.
Nonostante la scarna e datata bibliografia sull’utilizzo dei fiori della Cynara cardunculus (il cardo selvatico che cresce spontaneo in tutto il bacino del mediterraneo), come alternativa al comune caglio animale o di origine microbica/fungina, i cugini Egidio e Mario Fiandino hanno saputo unire tradizione e innovazione per creare una vera novità mondiale che certifica direttamente in etichetta l’utilizzo della Cynara cardunculus e l’assenza di lattosio.
Benessere, Natura e Tradizione vivono nel Gran Kinara; riposano con esso e stagionano per più di 12 mesi prima di lasciare le Fattorie Fiandino.
Le note floreali del Gran Kinara lo rendono perfetto se appena bruciato al cannello e abbinato a un crostone di pane toscano, erbe di campo e zest di limone fresco. Questo formaggio non è apprezzabile solo in pietanze salate, ma è ottimo anche in versione gelato. Anzi, porta con sé il valore aggiunto di un prodotto senza lattosio e vegetariano, che può abbracciare tutti i gusti e regimi alimentari.
Potete acquistare questi splendidi prodotti presso tutti i Carrefour Market
Vi consiglio di visitare la pagina Facebook nazionale di Carrefour
#centosfumaturediriso


LE IMMAGINI E I TESTI PUBBLICATI IN QUESTO SITO SONO DI PROPRIETA' DELL'AUTORE E SONO PROTETTI DALLA LEGGE SUL DIRITTO D'AUTORE N. 633/1941 E SUCCESSIVE MODIFICHE. COPYRIGHT © 2010-2020 TUTTI I DIRITTI RISERVATI A IL POMODORO ROSSO DI MARIA ANTONIETTA GRASSI

Ingredienti per 4 persone

Per il ripieno
120 g di Riso Carnaroli del Piemonte linea Terre d’Italia Carrefour
80 gr di Gran Kinara delle Fattorie Fiandino
200 gr di panna da cucina
2 cucchiai di amido di mais
120 g di prosciutto cotto di Alta Qualità Lenti (1 confezione)
2 cucchiai di prezzemolo tritato
2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
Sale e pepe q.b.

Per le crêpes
250 ml di latte
80 g di farina
1 uovo
2 cucchiai di prezzemolo tritato
30 g  di burro
1 pizzico di sale



Procedimento
In una ciotola setacciate la farina con un pizzico di sale, unite l’uovo e mescolate con una frusta, versate il latte a filo sempre mescolando, aggiungete il prezzemolo tritato e fate riposare la pastella in frigorifero per un’ora.
Trascorso il tempo togliete la pastella dal frigo e spennellate una padellina antiaderente con un poco di burro, versatevi un mestolo di pastella e fate cuocere la crêpes dai due lati (circa 1 minuto per lato) e mettete da parte.

 


Procedete così fino ad esaurimento della pastella ( circa 1 crêpes).
Lessate il riso in abbondante acqua salata per quanto è indicato sulla confezione.
Nel frattempo preparate la crema di Gran Kinara.
Sciogliete l’amido di mais con un po’ di panna fredda, grattugiate il formaggio.
Scaldate la panna senza farla bollire, spegnete il fuoco e aggiungete il Gran Kinara e stemperate con una frusta. Incorporate l’amido di mais, e riprendete la cottura per 2 minuti.


Scolate il riso, unite il prezzemolo, l’olio, tre cucchiai di crema di Gran Kinara, pepate e mescolate bene.
Su ogni crêpes stendete un po’ di prosciutto, ricoprite con il riso e ripiegatele.

 

Adagiatele in una pirofila leggermente imburrata, copritele con la rimanente crema di Gran Kinara, infornate a per 10 minuti a 180°C (forno già caldo).
Sfornate e servite subito.


 


  Questo è il video della ricetta

 


 

 

venerdì 25 maggio 2018

Piselli stufati con pancetta su letto di baccelli

I piselli sono comparsi in Europa intorno al Seicento, provenienti dall’Asia, ne esistono più di 250 varietà coltivate: in commercio ne troviamo di due qualità, quelli in cui i semi vanno sgranati e quelli che possono essere consumati con il baccello come le taccole conosciute anche come mangiatutto.
Si raccolgono da fine aprile a tutto maggio.
Hanno un discreto contenuto di vitamine (A,C e alcune del gruppo B) oltre che di potassio, magnesio e fosforo. Come tutte le leguminose , contengono sostanze non digeribile che si degradano durante la cottura.
Fonte: Coltiviamo la salute di Ciro Vestita ed. Giunti





LE IMMAGINI E I TESTI PUBBLICATI IN QUESTO SITO SONO DI PROPRIETA' DELL'AUTORE E SONO PROTETTI DALLA LEGGE SUL DIRITTO D'AUTORE N. 633/1941 E SUCCESSIVE MODIFICHE. COPYRIGHT © 2010-2020 TUTTI I DIRITTI RISERVATI A IL POMODORO ROSSO DI MARIA ANTONIETTA GRASSI

Ingredienti per 4 persone:
400 gr di piselli freschi con il baccello
150 gr di pancetta coppata tagliata a dadini
1 cipolla bianca non troppo grossa
Un piccolo mazzetto di prezzemolo (10/15 rametti)
Mezzo spicchio d’aglio
4 filetti d’acciughe sottolio o un cucchiaino di pasta d’acciughe
Olio extravergine d’oliva q.b.
Sale q.b.

Procedimento
Lavate i bene i baccelli, apriteli togliendo il filo (come si fa con i fagiolini) ed estraete i semi.
Mettete sia i baccelli  che i piselli a cuocere in acqua salata per 10 minuti, ma in due pentole separate, oppure cuocete prima gli uni e poi gli altri.


Nel frattempo lavate e sgrondate il prezzemolo e tritatelo insieme al mezzo spicchio d’aglio e alle acciughe, unite un po’ d’olio fino ad ottenere una salsina morbida.
Scolate i piselli e teneteli da parte. Scolate i baccelli, frullateli e passateli al setaccio per eliminare le fibre in eccesso. Unite alla crema ottenuta un paio di cucchiai di bagnetto di prezzemolo, unite anche due cucchiai d’olio ed amalgamate.


In un’ampia padella scaldate  tre cucchiai d’olio, aggiungete la cipolla tagliata sottile e fatela stufare per qualche minuto, (non deve bruciarsi, ma solo colorirsi), aggiungete i dadini di pancetta e fateli saltare per un minuto. Unite i piselli, il rimanente bagnetto di prezzemolo e fate insaporire per un paio di minuti.


Distribuite la crema di baccelli nei singoli piatti, sistemate sopra  i piselli e la pancetta.
Servite subito e buon appetito!




Piccola Nota: In questa ricetta non spreco nulla e nell’ottica dell’etica del cibo che prevede il riutilizzo, il riciclo, la rielaborazione  non ho gettato i baccelli ma li ho utilizzati per preparare una crema che fa da base al piatto.


mercoledì 16 maggio 2018

Insalata mista di Primavera

Che cosa c'è di più bello da vedere e da gustare di un insalata mista? Ricca di colori mette allegria ci tonifica la mente e ,con le vitamine e i minerali che contiene, il corpo.




LE IMMAGINI E I TESTI PUBBLICATI IN QUESTO SITO SONO DI PROPRIETA’ DELL’AUTORE E SONO PROTETTI DALLA LEGGE SUL DIRITTO D’AUTORE N. 633/1941 E SUCCESSIVE MODIFICHE. COPYRIGHT © 2010-2050. TUTTI I DIRITTI RISERVATI A IL POMODORO ROSSO DI MARIA ANTONIETTA GRASSI. VIETATA LA RIPRODUZIONE, ANCHE PARZIALE, DI TESTI O FOTO, SENZA AUTORIZZAZIONE.

Ingredienti per 4 persone

150 gr  di misticanza (lattughino verde/rosso/rucola/spinacino)
10 pomodorini rossi
10 pomodorini gialli
Un mazzetto di ravanelli
Scaglie di Parmigiano Reggiano q.b.
Qualche gheriglio di noce
4 cucchiai d’olio extravergine d’oliva
Aceto di mele q.b.
Sale q.b.

Procedimento

Lavate i pomodorini e tagliateli a metà, lavate i ravanelli e affettateli
In una ciotola versate la misticanza e unite i pomodorini, i ravanelli, i gherigli di noce spezzettati, e le scaglie di Parmigiano Reggiano.
Preparate un’emulsione miscelando l’olio con l’aceto e il sale.
Irrorate l’insalata, mischiate e servite.



venerdì 11 maggio 2018

Ricciutelle con salsiccia e piselli

I piselli sono comparsi in Europa intorno al Seicento, provenienti dall’Asia, ne esistono più di 250 varietà coltivate: in commercio ne troviamo di due qualità, quelli in cui i semi vanno sgranati e quelli che possono essere consumati con il baccello come le taccole conosciute anche come mangiatutto.
Si raccolgono da fine aprile a tutto maggio.
Hanno un discreto contenuto di vitamine (A,C e alcune del gruppo B) oltre che di potassio, magnesio e fosforo. Come tutte le leguminose , contengono sostanze non digeribile che si degradano durante la cottura.
I Piselli Valfrutta utilizzati per questa ricetta sono lavorati in giornata e conservano tutto il sapore dolce e delicato tipico delle primizie. Ricchi di proteine e fibre, i Piselli Valfrutta Cotti a Vapore danno più gusto al tuo benessere.






LE IMMAGINI E I TESTI PUBBLICATI IN QUESTO SITO SONO DI PROPRIETA' DELL'AUTORE E SONO PROTETTI DALLA LEGGE SUL DIRITTO D'AUTORE N. 633/1941 E SUCCESSIVE MODIFICHE. COPYRIGHT © 2010-2050 TUTTI I DIRITTI RISERVATI A IL POMODORO ROSSO DI MARIA ANTONIETTA GRASSI

Ingredienti per 4 persone:

300 gr di ricciutelle
250 gr di salsiccia a nastro
2 barattoli  da 150 gr cad. di Piselli Valfrutta Cotti a Vapore
4 cipollotti piccoli
1 carota
Misto di maggiorana, timo, origano,basilico
4 pomodori maturi
1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
Parmigiano Reggiano grattugiato q.b.
4 cucchiai d’olio extravergine d’oliva
Sale q.b.

Procedimento
Lavate e sbucciate i pomodori, eliminate i semi e tagliateli a cubetti.
Punzecchiate la pelle della salsiccia e tagliatela a pezzi di 2 cm senza spellarla. Mettetela in una padella antiaderente appena unta e fatela rosolare.


Togliete la salsiccia dalla padella e tenetela da parte. Scolate il fondo di cottura, passate un po’ di carta da cucina per eliminare tutto l’unto. Versate quattro cucchiai d’olio, scaldateli poi unite i cipollotti e la carota tritati e fateli appassire per 3 0 4 minuti.


Unite i pomodori, il cucchiaio di concentrato, il misto di aromi tritato (potete usare anche un cucchiaio dei mix disidratati in commercio), il sale e fate cuocere per una decina di minuti.


Trascorso il tempo unite i piselli e la salsiccia. Proseguite la cottura con il coperchio per altri 5 minuti.


Fate lessare la pasta in abbondante acqua salata, scolatela al dente e versatela nel tegame con il condimento. Versate la pasta nel piatto da portata, spolverizzate con abbondante Parmigiano Reggiano e servite subito.





venerdì 4 maggio 2018

Chips di farina di piselli

I piselli sono comparsi in Europa intorno al Seicento, provenienti dall’Asia, ne esistono più di 250 varietà coltivate: in commercio ne troviamo di due qualità, quelli in cui i semi vanno sgranati e quelli che possono essere consumati con il baccello come le taccole conosciute anche come mangiatutto.
Si raccolgono da fine aprile a tutto maggio, hanno un discreto contenuto di vitamine (A,C e alcune del gruppo B) oltre che di potassio, magnesio e fosforo. Come tutte le leguminose , contengono sostanze non digeribile che si degradano durante la cottura.
La farina di piselli si ottiene dall’essicazione del legume e dalla sua macinatura. Può essere utilizzata in varie preparazioni dalle zuppe alle frittate, alla pasta o al pane.



LE IMMAGINI E I TESTI PUBBLICATI IN QUESTO SITO SONO DI PROPRIETA’ DELL’AUTORE E SONO PROTETTI DALLA LEGGE SUL DIRITTO D’AUTORE N. 633/1941 E SUCCESSIVE MODIFICHE. COPYRIGHT © 2010-2050. TUTTI I DIRITTI RISERVATI A IL POMODORO ROSSO DI MARIA ANTONIETTA GRASSI. VIETATA LA RIPRODUZIONE, ANCHE PARZIALE, DI TESTI O FOTO, SENZA AUTORIZZAZIONE.


Ingredienti per 4 persone.

200 gr di farina di piselli macinata a pietra
70 gr di farina integrale di grano duro macinata a pietra
1 uovo
1 bicchiere d’acqua
2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
Sale fino q.b.

Procedimento
Miscelate le due farine  e un pizzico di sale in una ciotola.
Unite l’uovo, l’olio e amalgamate, unite poco alla volta anche l’acqua e iniziate ad impastare nella ciotola.


Dovete ottenere un impasto dalla consistenza omogenea ma morbida, eventualmente aggiungete ancora un pochino d’acqua.
Infarinate con la farina di grano il piano di lavoro e continuate a lavorare l’impasto per qualche minuto.
Raccoglietelo a palla e lasciatelo riposare  per un’ora nella ciotola coperta dalla pellicola.


Trascorso il tempo infarinate bene il piano di lavoro e il mattarello e stendete l’impasto spolverizzandolo con la farina di grano.
Non dovete fare la sfoglia troppo sottile, altrimenti si spezza.


Tagliate la pasta in rombi o losanghe  e mettetela ad asciugare per un’ora o due.
Scaldate abbondante olio in una padella e friggete le chips, poche alla volta, per mezzo minuto per parte.



Scolatele  e mettetele su carta da cucina per eliminare l’unto in eccesso, salate e servite cos' oppure accompagnate con fette di salame,  affettati vari , sottaceti o formaggi.





Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...