lunedì 7 settembre 2015

Schiacciatine di grano saraceno- Gluten free



Il grano saraceno non appartiene alla famiglia delle graminacee, ma a quella delle Poligonacee e quindi non contiene glutine, per questo motivo può essere consumato da chi ha problemi di celiachia.
La pianta è originaria dell’Asia e fu introdotta in Europa dai Turchi (da qui il nome di grano saraceno) e dai Crociati nel XIII secolo.
Attualmente la sua coltivazione è diffusa nell’Europa nord orientale dove il suo uso è molto diffuso. In Italia si coltiva nel Sud Tirolo e in Valtellina dov’è utilizzato per la preparazione dei famosi pizzoccheri e della polenta taragna.
E’ un alimento ricco di ferro e sali minerali, di vitamina B ed E. Contiene anche buone quantità d’aminoacidi essenziali e il valore biologico delle sue proteine è paragonabile a quello delle proteine della carne e della soia.
Queste schiaccine sono ottime per tutti, ma in particolare per chi soffre di celiachia o intolleranza al glutine essendone prive. 

  
LE IMMAGINI E I TESTI PUBBLICATI IN QUESTO SITO SONO DI PROPRIETA' DELL'AUTORE E SONO PROTETTI DALLA LEGGE SUL DIRITTO D'AUTORE N. 633/1941 E SUCCESSIVE MODIFICHE. COPYRIGHT © 2010-2020 TUTTI I DIRITTI RISERVATI A IL POMODORO ROSSO DI MARIA ANTONIETTA GRASSI- VIETATA LA RIPRODUZIONE,  ANCHE PARZIALE, DEI TESTI E DELLE FOTO SENZA AUTORIZZAZIONE.




Ingredienti:

200 g di farina di grano saraceno
100 g d’amido di mais
100 g di fecola di patate
250 ml d’acqua appena tiepida
1 bustina di lievito di birra liofilizzato
3 cucchiai d’olio extravergine d’oliva
1 cucchiaino da the di sale fino.

Procedimento

In una ciotola capiente setacciate la farina di grano saraceno con la fecola di patate,  l’amido e il sale.  Sciogliete il lievito nell’acqua appena  tiepida e versate lentamente nella farina, aiutandovi con un cucchiaio o un mestolo di legno. Quando il composto sarà ben amalgamato, unite l’olio e inglobatelo bene. 


Lasciate riposare l’impasto, coperto, per 20 minuti. Prendete la leccarda e copritela con della carta da forno.
Prelevate un po’ d’impasto con un cucchiaio e depositatelo sulla carta da forno, continuate così fino ad esaurimento. 


Mettete a lievitare per altre tre ore nel forno spento e chiuso.
Trascorso il tempo, togliete la leccarda dal forno, accendetelo e portate la temperatura a 200°C, mettete all’interno un pentolino con po’ di acqua e, quando il forno avrà raggiunto la temperatura, infornate i panini per 20 minuti.
Ultimata la cottura, estraeteli e fateli raffreddare su di una gratella.
Buoni così, eccezionali farciti.
Tagliate a metà la schiacciatina, spalmate un velo di senape aromatica su tutte e due le metà, mettete sopra del prosciutto crudo, qualche fettina di pomodoro e una foglia di radicchio rosso.




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...