venerdì 31 maggio 2019

Millefoglie d’avena e frutti di bosco


Il termine "frutti di bosco" identifica un insieme di frutti che sono reperibili nel sottobosco o, più genericamente, nelle macchie di vegetazione selvatica (nonostante siano oggetto di colture agrarie). Hanno un impiego gastronomico estremamente diffuso e variegato e sono impiegati prevalentemente freschi aggiunti a yoghurt, bavaresi, mousse , gelati e altri dolci al cucchiaio, tuttavia sono ottimi anche cucinati con brasati di selvaggia, risotti, paste ecc..
I frutti di bosco più conosciuti e consumati sono: mirtilli rossi e neri, lamponi, more, fragole, ribes rossi e neri, uva spina, more di gelso, bacche del sambuco, amarene, uva spina.
Sono ricchi di vitamine e antiossidanti utilissimi al buon funzionamento del nostro organismo.






LE IMMAGINI E I TESTI PUBBLICATI IN QUESTO SITO SONO DI PROPRIETA’ DELL’AUTORE E SONO PROTETTI DALLA LEGGE SUL DIRITTO D’AUTORE N. 633/1941 E SUCCESSIVE MODIFICHE. COPYRIGHT © 2010-2050. TUTTI I DIRITTI RISERVATI A IL POMODORO ROSSO DI MARIA ANTONIETTA GRASSI. VIETATA LA RIPRODUZIONE, ANCHE PARZIALE, DI TESTI O FOTO, SENZA AUTORIZZAZIONE.

Ingredienti per 4 persone

200 gr di frutti di bosco (More, mirtilli, lamponi, ribes)
8 gallette croccanti di avena e semi di girasole
200 gr di Robiola di Roccaverano ( o altro tipo di robiola morbida)
5 foglie di basilico tritate
Olio extravergine d’oliva q.b.
Pepe bianco q.b.

Procedimento

In una ciotola mettete la robiola, unite il basilico sminuzzato, un po’ d’olio, pepe e amalgamate.
Spalmate metà del formaggio su una galletta.
Distribuite metà dei frutti di bosco e coprite con l’altra galletta.
Ripetete il procedimento con gli ingredienti rimasti.




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...