giovedì 16 novembre 2017

Cosce di pollo al miele e mandarini

Noto anche come “soffione” o “dente di leone”, il tarassaco è una pianta erbacea perenne, comune nei luoghi erbosi di pianura e montagna in tutta l’Italia del Nord. Le foglie, fresche o cotte, hanno proprietà depurative e stimolanti le funzioni epato-biliari, la radice può essere usata come diuretico e, tostata,  è stata a lungo usata come un surrogato del caffè.  
Il miele che se ne ricava si caratterizza per essere prodotto nella parte iniziale della primavera  (febbraio-maggio) nel caso in cui le colonie di api siano particolarmente grandi da poter dar luogo a tale operazione nel periodo in cui avviene la fioritura.
Per quanto riguarda le zone in cui è più facile rinvenire la produzione di miele di tarassaco, possiamo certamente sottolineare la notevole preminenza di comuni lombardi e piemontesi.
Per poter produrre questo miele, le api devono avere un'ottima resistenza e devono essere realmente attive nel momento in cui termina la stagione invernale e inizia quella primaverile.
Il miele di tarassaco si produce sopratutto nel corso del mese di giugno e si caratterizza per avere un colore tipicamente giallo vivo o beige crema: nel secondo caso si caratterizza per essere mischiato con del miele di salice.
Tra le sue peculiarità  troviamo anche il fatto di avere una cristallizzazione estremamente veloce e che, nella maggior parte dei casi, si verifica con dei cristalli notevolmente fini.
L'odore del miele di tarassaco è notevole ed intenso e  viene impiegato principalmente come vero e proprio miele da tavola: ci sono tantissime persone che lo preferiscono al miele tradizionale.

Fonte: www.giardinaggio.net






LE IMMAGINI E I TESTI PUBBLICATI IN QUESTO SITO SONO DI PROPRIETA’ DELL’AUTORE E SONO PROTETTI DALLA LEGGE SUL DIRITTO D’AUTORE N. 633/1941 E SUCCESSIVE MODIFICHE. COPYRIGHT © 2010-2050. TUTTI I DIRITTI RISERVATI A IL POMODORO ROSSO DI MARIA ANTONIETTA GRASSI. VIETATA LA RIPRODUZIONE, ANCHE PARZIALE, DI TESTI O FOTO, SENZA AUTORIZZAZIONE.


Ingredienti per 4 persone:

8 cosce di pollo
10 mandarini
3 cucchiai di miele di Tarassaco La Margherita
2 cucchiai di aceto di mele
4 rametti di rosmarino
1 spicchio d’aglio
4 cucchiai d’olio extravergine d’oliva
Sale q.b.

Procedimento
Scaldate l’olio in una padella, unite lo spicchio d’aglio intero, i rametti del rosmarino e le cosce di pollo, salate.  Fate rosolare per una ventina di minuti girando spesso.
Nel frattempo, sciogliete il miele nell’aceto,  spremete 8 mandarini e unite il succo all’emulsione di miele e aceto. Sbucciate gli altri due mandarini e tenete da parte gli spicchi.
Trascorsi i venti minuti, eliminate lo spicchio d’aglio,  irrorate il pollo con la salsa di aceto miele e mandarini, fate cuocere ancora per circa 15 minuti e unite gli spicchi interi di mandarino, continuate la cottura ancora per cinque minuti.
Servite subito.



Apicoltura
La Margherita
C.so Francia 152 
Rivoli (TO)
tel/fax 011/9913469
api.lamargherita@alice.it



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...