mercoledì 8 febbraio 2017

Castagnole al limoncello

« Finito Carnevale, finito amore
finito il far la pacchia da signore
finito il setacciar farina in fiore
finito il mangiare castagnole »
 (Antico proverbio anconitano)



Le castagnole, insieme alle bugie sono i dolci carnevaleschi più conosciuti e diffusi in tutta Italia, dal Nord al Sud.
La ricetta delle castagnole è sicuramente molto antica: è stato ritrovato nell'archivio di stato di Viterbo un volume manoscritto del Settecento in cui sono descritte ben quattro ricette di castagnole, di cui una prevede la cottura al forno, che quindi non è stata adottata recentemente nell'intento di rendere il dolce più leggero, come spesso si crede.




LE IMMAGINI E I TESTI PUBBLICATI IN QUESTO SITO SONO DI PROPRIETA’ DELL’AUTORE E SONO PROTETTI DALLA LEGGE SUL DIRITTO D’AUTORE N. 633/1941 E SUCCESSIVE MODIFICHE. COPYRIGHT © 2010-2020. TUTTI I DIRITTI RISERVATI A IL POMODORO ROSSO DI MARIA ANTONIETTA GRASSI. VIETATA LA RIPRODUZIONE, ANCHE PARZIALE, DI TESTI O FOTO, SENZA AUTORIZZAZIONE.

Ingredienti

320 gr di farina 00
60 gr di zucchero
50 gr di burro
3 uova
1 cucchiaino da caffè di lievito vanigliato
La scorza di un limone bio grattugiata
30 gr di limoncello (circa tre cucchiai)
Un pizzico di sale
Olio per friggere q.b.

Procedimento

Mettete il burro a pezzetti  in una terrina e lasciatelo  ammorbidire  a temperatura ambiente, unite lo zucchero e lavorate fino ad ottenere una crema. Incorporate le uova, una alla volta e amalgamate bene prima di unire quello successivo.
Unite la scorza di limone grattugiata, un pizzico di sale e poca alla volta, la farina setacciata, il lievito e per ultimo il limoncello.  Dovete ottenere un impasto morbido ma omogeneo, se è il caso unite ancor un po’ di farina o di limoncello se fosse troppo duro.
Prelevate un po’ d’impasto e formate delle palline grosse come una noce.
In una pentola a bordi alti portate a temperatura l’olio poi tuffateci, poche alla volte, le palline e fatele dorare fino a che non avranno assunto un bel colore dorato.
Raccoglietele con la schiumarola e mettetele a scolare su carta assorbente, quando saranno ben fredde rotolatele nello zucchero semolato.


Consigli: Potete prepararle anche senza il limoncello, ma sappiate che in cottura tutto        l’alcol evapora e rimane solo il buon gusto di limone




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...