giovedì 10 febbraio 2011

Mostarda di frutta

Questa ricetta si ispira alla mostarda piemontese chiamata cugnà. E’ ottima  servita con i formaggi stagionati e con le carni.


LE IMMAGINI E I TESTI PUBBLICATI IN QUESTO SITO SONO DI PROPRIETA' DELL'AUTORE E SONO PROTETTI DALLA LEGGE SUL DIRITTO D'AUTORE N. 633/1941 E SUCCESSIVE MODIFICHE. COPYRIGHT © 2010-2020 TUTTI I DIRITTI RISERVATI A IL POMODORO ROSSO DI MARIA ANTONIETTA GRASSI

Ingredienti:

2 litri e mezzo di mosto d’uva
1  mela cotogna
1 pera martin
100 gr. di zucca (già pulita)
250 gr. tra noci, nocciole e mandorle sgusciate
50 gr. di zucchero di canna.
1 buccia d’arancia non trattata

Procedimento
Fate bollire a fuoco dolce il mosto fino a ridurlo della metà, aggiungete la mela, la pera, la zucca, la buccia dell’arancia tagliate a pezzetti e fate cuocere per almeno un’ora.
Quando saranno sfatti e la salsa avrà raggiunto una certa densità unite tutta la frutta secca tritata e fate cuocere ancora per 15 minuti.
Consumatela qualche giorno dopo. Se volete conservarla per più tempo  dovete invasarla ancora calda e sterilizzarla per 20 minuti nell’acqua bollente avendo cura di interporre degli stracci tra i vasetti per evitare che sbattendo si rompano.
Buon appetito!










Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...