domenica 3 giugno 2018

Risotto ubriaco con speck e fagioli


Sono stata invitata, insieme ad altre foobloggers , a partecipare alla stesura di un ricettario edito in occasione della ventesima edizione dell’evento “Sentieri dei Sapori” dedicato quest’anno al riso in abbinamento ad altri ingredienti.
Il ricettario “Cento sfumature di riso” verrà presentato al Carrefour Market di Chieri (TO) Giovedì 7 giugno.
L’evento durerà dalle ore 10 alle ore 21 e comprenderà tour enogastronomico con degustazioni regionali e animazione musicale no stop a cura di Radio Number One, laboratorio didattico per bambini, Talk-food “cento sfumature di riso con l’Università dei sapori di Perugia, Regione Piemonte e Comune di Chieri. Presentazione del libro “Il Riso Italiano – dalla Risaia al piatto”, risottata gratuita.
Il riso che ho utilizzato per questa ricetta è il Sant’Andrea extra di Baraggia Biellese e Vercellese D.O.P.
La Baraggia è una regione pedemontana, che si estende tra il fiume Sesia e le Prealpi, sotto il massiccio del Monte Rosa, il terreno è argilloso e ricco di ferro. Le acque, derivanti dallo scioglimento dei ghiacciai, sono particolarmente fredde, e frequenti sono le inversioni termiche prodotte dalla discesa dei flussi d’aria dalle vicine catene montuose. In questa zona del Piemonte viene coltivato il S. Andrea, un riso speciale, forte e ricco di risorse come la terra da cui proviene. Ha una consistenza particolare e una straordinaria tenuta di cottura.
La sfumatura effettuata con il vino Ruchè di Castagnole  Monferrato D.O.C.G. Cantine Enrico Morando ha donato al riso un gusto molto particolare e pieno.
Il vino “Ruchè di Castagnole Monferrato” è uno dei più importanti prodotti dell’Azienda Vigneti e Cantine Enrico Morando nella provincia di Asti in Piemonte. E’ un vino rosso, fermo e secco, DOCG, vinificato con uve Ruchè.
Potete acquistare questi splendidi prodotti presso tutti i Carrefour Market
Vi consiglio di visitare la pagina Facebook nazionale di Carrefour
#centosfumaturediriso


LE IMMAGINI E I TESTI PUBBLICATI IN QUESTO SITO SONO DI PROPRIETA' DELL'AUTORE E SONO PROTETTI DALLA LEGGE SUL DIRITTO D'AUTORE N. 633/1941 E SUCCESSIVE MODIFICHE. COPYRIGHT © 2010-2020 TUTTI I DIRITTI RISERVATI A IL POMODORO ROSSO DI MARIA ANTONIETTA

Ingredienti per 4 persone:

320 g  di Sant’Andrea Extra Riso di Baraggia Biellese e Vercellese D.O.P. Terre d’Italia 
             Carrefour
200 g di fagioli rossi bolliti
100 g  di speck
½ bicchiere di vino Ruchè di Castagnole  Monferrato D.O.C.G. Cantine Enrico Morando
100 g  di polpa di pomodoro
1 lt di brodo di carne salato
1 cipolla
40 g  di Parmigiano Reggiano grattugiato
1 foglia d’alloro
2 rametti di prezzemolo
20 g  di burro
2 cucchiai d’olio d’oliva extravergine.
Sale e pepe q.b.


Procedimento
Tagliate lo speck a cubetti.
Tritate la cipolla e fatela rosolare dolcemente  in una casseruola con l’olio e metà dello speck. 


Mettete il rimanente speck a in una padella antiaderente leggermente unta e fatele rosolare per 1 minuti per renderle croccanti. Tenete da parte.
Aggiungete il riso e fatelo tostare, sfumate con il vino.

  


Unite i fagioli e fateli insaporire mescolando spesso.


Unite la polpa di pomodoro, la foglia d’alloro e due mestoli di brodo caldo.
Aggiungete di volta in volta un mestolo di brodo caldo fino a cottura ultimata.
Se è il caso aggiustate di sale, pepate e togliete dal fuoco.
Mantecate con il burro e il Parmigiano grattugiato.
Suddividete il risotto nei singoli piatti e cospargete ogni porzione con  i cubetti di  speck croccanti.
Servite subito.




  Questo è il video della ricetta


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...