lunedì 16 ottobre 2017

Pesche in agrodolce

Con le ultime pesche della stagione provate a preparare questa ricetta.E’ una preparazione un po’ diversa dalle solite tuttavia le pesche in agrodolce, accompagnate ai bolliti o all’anatra, sono veramente squisite e di piacevole sapore agrodolce.
Per sapere qualcosa di più sulle pesche cliccate qui




LE IMMAGINI E I TESTI PUBBLICATI IN QUESTO SITO SONO DI PROPRIETA’ DELL’AUTORE E SONO PROTETTI DALLA LEGGE SUL DIRITTO D’AUTORE N. 633/1941 E SUCCESSIVE MODIFICHE. COPYRIGHT © 2010-2050. TUTTI I DIRITTI RISERVATI A IL POMODORO ROSSO DI MARIA ANTONIETTA GRASSI. VIETATA LA RIPRODUZIONE, ANCHE PARZIALE, DI TESTI O FOTO, SENZA AUTORIZZAZIONE.

Ingredienti:
1 kg di pesche sane e non troppo mature
1 kg di zucchero (io uso quello di canna grezzo)
½ litro di aceto bianco
1 limone non trattato
5 chiodi di garofano
1 pezzetto di cannella

Procedimento

Lavate accuratamente  con l’acqua calda i vasetti e i relativi coperchi (cambiateli ogni volta che riutilizzate i vasetti) e asciugateli perfettamente.

Sbucciate le pesche (immergendole un attimo in acqua bollente e subito dopo in acqua fredda) e dividetele a metà o in quarti se sono molto grandi.
Spruzzatele con il succo del limone per evitare che anneriscano e collocatele nei vasi.



Fate bollire l’aceto con tutti gli altri ingredienti e le scorze del limone, lasciatelo sul fuoco molto basso per una decina di minuti affinché si addensi.



Quando lo sciroppo raggiunge la giusta densità levatelo dal fuoco, eliminate le scorze di limone e versatelo nei vasi fino a ricoprire completamente  le pesche.
Chiudete ermeticamente i vasi e conservateli al buio, in un luogo ben asciutto.



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...