domenica 29 gennaio 2017

Fusilli al pesto di pistacchio e pomodorini secchi


Provenienti dal Medio Oriente, il pistacchio si diffuse in Italia a partire dal I secolo d.C.
Solo durante la dominazione araba, attorno all’827 d.C., la sua coltivazione si estese alla zone di Bronte (Sicilia). Il pistacchio di Bronte, parente lontano di mandorle e nocciole, presenta caratteristiche uniche: colore verde smeraldo brillante, sapore intenso, rotondo e pieno, profumo resinoso e grasso. La coltivazione e la trasformazione in prodotto finito sono particolarmente complicate. Le piante, infatti, fruttificano una volta ogni due anni. Il terreno molto accidentato sul quale vivono rende impossibile la raccolta meccanica dei frutti.
Questi ultimi una volta raccolti vengono sottoposti a smallatura, cioè all’eliminazione del mallo e poi asciugati al sole. Come prodotto finito il pistacchio si può presentare sgusciato oppure salato con il guscio. Principe della pasticceria siciliana, come ingrediente di torte e pasticcini, il pistacchio si è imposto anche nella norcineria (mortadella, salsicce, galatina)


LE IMMAGINI E I TESTI PUBBLICATI IN QUESTO SITO SONO DI PROPRIETA' DELL'AUTORE E SONO PROTETTI DALLA LEGGE SUL DIRITTO D'AUTORE N. 633/1941 E SUCCESSIVE MODIFICHE. COPYRIGHT © 2010-2020 TUTTI I DIRITTI RISERVATI A IL POMODORO ROSSO DI MARIA ANTONIETTA GRASSI

Ingredienti per 4 persone

320 gr di fusilli
12 pomodori secchi sott’olio
50 gr di pistacchi sgusciati
120 gr di basilico
1 spicchio d’aglio
1 fettina di buccia di limone non trattato
1 cucchiaio di succo di limone
Olio extravergine d’oliva q.b.
Sale q.b.

Procedimento
Scottate i pistacchi in acqua in ebollizione e privateli della pellicina, sbucciate l’aglio.
Lavate e sgrondate il basilico, staccate le foglie e mettetele su di un canovaccio ad asciugare.
Frullate l’aglio con mezzo cucchiaino di sale, la buccia di limone tagliata a pezzetti. e i pistacchi. Frullate fino a ridurre tutto in pasta poi unite l’olio a filo  in quantità sufficiente ad ottenere una salsa morbida, aggiungete il cucchiaio di succo di limone e mescolate.
Lasciate riposare.
Scolate i pomodori e tagliateli a pezzetti. Mettete da parte.
Portate ad ebollizione dell’acqua salata e, quando bolle, tuffateci i fusilli, scolateli al dente e conditeli con il pesto di pistacchi e i pomodorini.
Servite subito.

Il pesto avanzato potrà essere conservato in frigo per qualche giorno e utilizzato anche per antipasti o secondi piatti.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...