giovedì 31 maggio 2012

Nidi di patate e taccole

Le taccole  sono un prezioso alleato per la nostra salute grazie al loro contenuto di caroteni, fibre, vitamina C, vitamina B9 e discrete quantità di ferro. Di colore verde chiaro, di forma larga e appiattita, sono una varietà di piselli non molto conosciuta e spesso scambiati per una variante dei fagiolini. In realtà sono dei piselli che si mangiano con l’intero baccello, in quanto la membrana posta all’interno delle pareti è sottilissima. E’ proprio questo il motivo per cui è maggiore la loro efficacia e l’effetto rimineralizzante. Grazie alle fibre di sui sono ricche il loro consumo è consigliato a chi ha bisogno di regolare l’intestino, quindi per chi ha problemi di stitichezza e gonfiori addominali.
Altra ricetta   Taccole saporite 



LE IMMAGINI E I TESTI PUBBLICATI IN QUESTO SITO SONO DI PROPRIETA' DELL'AUTORE E SONO PROTETTI DALLA LEGGE SUL DIRITTO D'AUTORE N. 633/1941 E SUCCESSIVE MODIFICHE. COPYRIGHT © 2010-2020 TUTTI I DIRITTI RISERVATI A IL POMODORO ROSSO DI MARIA ANTONIETTA GRASSI

Ingredienti per 4 persone.

2 patate grandi a pasta gialla
300 gr di taccole
3 uova
2 cucchiai di Parmigiano Reggiano grattugiato
1 cucchiai di erbette di Provenza
50 gr. di burro
3 cucchiai di olio extravergine d’oliva
Sale e pepe q.b.

Procedimento

Spuntate, lavate le taccole, tuffatele in acqua bollente salata e fatele cuocere per circa 8/10 minuti dalla ripresa del bollore. Scolatele.
Scaldate il forno a 200°
Imburrate 6 stampini per crostatine da 8 cm di diametro.
Mettete un uovo in una ciotolina, unite 1 cucchiaio di olio, sale e pepe e sbattete bene.
Sbucciate le patate, lavatele, asciugatele bene, tagliatele a fettine sottilissime e mettetele in una ciotola. Versateci sopra l’uovo sbattuto.

Foderate l’interno degli stampini con le patate sovrapponendole leggermente e coprendo con esse tutto l’interno degli stampini, orlo compreso, versate sul fondo l’eventuale uovo rimasto.
Infornateli per circa 10 minuti e, quando le patate saranno ben dorate e saldate tra loro, toglieteli dal forno e lasciateli raffreddare completamente negli stampini.

Nel frattempo tagliate le taccole in pezzi e ripassatele in padella con il burro rimasto.
Rompete le uova in una ciotola, unitevi le erbette di Provenza, salate, pepate e sbattetele.
In una padella mettete l’olio rimasto e cuocete la frittata.
Togliete delicatamente i nidi di uova dagli stampini, mettete della carta da forno su una teglia.
Riempite i nidi con le taccole, tagliate 6 cerchi di frittata e distribuiteli sulle taccole, spolverizzate con il parmigiano e infornate ancora per 3 minuti.
Buon appetito!



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...