sabato 27 novembre 2010

Finocchi stufati

Del finocchio si utilizzano le foglie e i frutti erroneamente detti semi. Il suo sapore, simile a quello dell'anice, veniva utilizzato per insaporire cibi o addirittura per coprirne i difetti. Noto fin dall'antichità principalmente per i suoi semi e l'aroma, ha molte proprietà e viene sfruttato soprattutto per la capacità di togliere l'aria accumulata nello stomaco e nell'intestino e di facilitare la digestione. Il finocchio è una pianta mediterranea, coltivata per la produzione del "grumolo", l'insieme delle guaine fogliari di colore bianco, carnose e unite le une alle altre al fusto.
Fonte: Alimentipedia



LE IMMAGINI E I TESTI PUBBLICATI IN QUESTO SITO SONO DI PROPRIETA’ DELL’AUTORE E SONO PROTETTI DALLA LEGGE SUL DIRITTO D’AUTORE N. 633/1941 E SUCCESSIVE MODIFICHE. COPYRIGHT © 2010-2020. TUTTI I DIRITTI RISERVATI A IL POMODORO ROSSO DI MARIA ANTONIETTA GRASSI. VIETATA LA RIPRODUZIONE, ANCHE PARZIALE, DI TESTI O FOTO, SENZA AUTORIZZAZIONE.

Ingredienti per 4 persone:

4 finocchi piccoli
200 gr. di polpa di pomodoro
1 cipolla bianca
1 rametto di timo
2 foglie d’alloro
Olio extravergine d'oliva q.b.
Sale q.b.
Pepe q.b.
Procedimento
Pulite i finocchi eliminando le foglie esterne e le code verdi. Divideteli a spicchi e lavateli sotto l’acqua corrente allargando le guaine con le dita, scolateli.
Scaldate l’olio in una padella e aggiungete la cipolla affettata e lasciatela rosolare a fuoco basso per 2 minuti. Unite la polpa di pomodoro e lasciate cuocere per 5 minuti, aggiungete i finocchi e gli aromi, salate, pepate e proseguite la cottura a fuoco basso e tegame coperto per circa 20 minuti rigirando spesso.
Se necessario, durante la cottura bagnate con un dell’acqua calda.

Buon appetito!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...